Titolo – I solitari
Autore – Alessandro Fusacchia
Formato – 14 x 21
Pagine – 472
Anno edizione – 2016
CollanaStories
Prezzo – € 18,00
ISBN – 978-88-7394-231-3

 

ACQUISTA

Quarta di copertina –  “Stiamo perdendo le nostre radici”, aveva continuato Massimo con la forchetta in mano. “E non venirmi a dire che è sempre successo, che gli italiani sono emigrati a milioni nell’Ottocento, o dopo la Guerra. Questa volta è diverso. Noi non emigriamo, siamo solo in continuo movimento. Ci spostiamo due anni in una città, tre anni in un’altra, sei mesi in un’altra ancora. Non facciamo nemmeno in tempo ad acclimatarci. Perdiamo le nostre radici, ma senza più riuscire a metterne di nuove”.

Sei amici trentenni, nel pieno delle loro carriere, decidono di prendersi una lunga pausa da tutto.

Passeranno alcuni mesi isolati in un borgo di ruderi circondato dai faggi, con manovali immigrati, anziani del posto, Serena, Petra, e un elefante. Ciascuno con il proprio segreto, e tutti con una promessa comune da mantenere.

I solitari è un ritorno a casa epico. È un romanzo su ciò che ci aspetta quando lasciamo andare tutto ciò che di importante abbiamo creduto di possedere fino a quel momento.

Alessandro Fusacchia (Rieti 1978) vive tra Roma e Bruxelles, dove da dieci anni lavora per istituzioni europee e ministeri italiani convinto che, per fare innovazione, non ci sia posto più interessante di una pubblica amministrazione. Ha avviato un allevamento di cavalli di Troia, saltato col paracadute, dormito sulla vetta di un vulcano africano. Un giorno erediterà un trattore e tornerà a svegliarsi in campagna. I solitari è il suo terzo romanzo.